Una brava zia

Ero dalla pediatra di mia nipote per ritirare un certificato. Si è seduto accanto a me un papà con due bimbi sotto i tre anni. Cortese e dall’aria per bene, il tizio ha attaccato con una mamma accanto a lui una tirata sulla corretta educazione alimentare. E’ andato avanti per circa venti minuti senza mettere né punti né virgole, una roba da rimanere senza fiato. Com’è come non è, lui ai suoi figli non somministra dolci, patatine, formaggini, omogeneizzati industriali e tanto meno cioccolata, giusto per citare alcuni cibi proibiti. Pare si stia anche mobilitando per raccogliere firme contro la Direzione Scolastica per abolire il consumo di caramelle gelèe distribuite in classe in occasione dei compleanni. La signora ha pronunciato un si e un no qua e là e mi è sembrata alquanto provata, io ho sudato freddo, temendo che il caro papà mi coinvolgesse nella conversazione. Infine ho concluso tra me e me che sono un brava zia e non mi sento da meno se ogni tanto con mia nipote ci spariamo hamburger e patatine fritte e poi concludiamo con un gelato al cioccolato. Tu che dici?

Dico che io ti vorrei come zia! Quanto a mia figlia, io le ho promesso cibo sano e genuino. Dal canto suo si è impegnata a consumare nutella, patatine fritte, cioccolata et similia ad intervalli regolari. L’amore è compromesso. Con i figli poi alcune battaglie son perse in partenza.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Una brava zia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...