Riunione con il capo

Vado al punto: il capo ha indetto una riunione per la prossima settimana. E sai a cosa penso io quando il capo ci chiama tutti in riunione?

Dai, spara.

Ecco, ora mi licenzia e lo annuncia davanti a tutti.

Ma no!

Si lo so: probabilmente sono vittima di una eccessiva, debordante emotività. Ma è esattamente quello che penso.

Ma va là.

In tutta coscienza, penso di fare bene il mio lavoro. Proprio bene.

Ma certo.

Tuttavia, il fatto di essere madre è come se mi mettesse in una posizione di svantaggio.

Ma non credo, su.

Si, e mi penalizzo come se dovessi sudare tre volte tanto per tenermi stretto il mio già precario lavoro. Tanto lo so che al primo scivolone loro avrebbero ragione di pensare: “Ecco, ha sbagliato! Ma come può pretendere di lavorare e di fare pure la madre?!“. Pensi che io nutra un fondato timore di persecuzione o sono solo paturnie?

Stai vaneggiando, cara. Per fortuna viviamo in un Paese in cui la donna che lavora ha un ruolo riconosciuto e apprezzato in ogni luogo e mansione. Se la donna è anche madre, poi, il datore di lavoro le garantisce continuità, soddisfazione e flessibilità. Se a questo aggiungiamo i servizi avanzati e le agevolazioni per le famiglie, direi che le tue sono paturnie che non hanno nessun motivo di esistere.

Tu dici?

Dico, dico. Stai tranquilla.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Riunione con il capo

  1. Pingback: Un indagine su mamme e lavoro | genitoricrescono.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...